Alcuni agerolesi del Medio Evo

Circa le famiglie che popolavano Agerola nel medioevo, il primo a darci delle notizie precise e documentate fu lo storico Matteo Camera nelle sue “Memorie storico-diplomatiche dell’antica città e ducato di Amalfi”. Opera in due volumi (710 pagine più appendici) che apparve nel 1881, ma che è ristampata nel 1990 dal Centro di Cultura e Storia Amalfitana) e le cui pagine dedicate ad Agerola furono opportunamente riprodotte nel bel volume dedicato allo Statuto del notro Comune (Eidos Editore, 1992).

 

Ecco l’elenco delle famiglie antiche di Agerola che propone il Camera (solo rimesso in ordine alfabetico):

Amalfitano, Brancati, Casanova, Caucella, Cavaliero, Coccia (Coczia), Conte, Coppola, Cuomo,  de Avitabulo, de Avitrano,

de Campulo, de Cuncto, de Fusco, de Pulcharo, de Rosa, de Sarriano, de Stefano, Eboli, Farao, Federico, Gallo, Imperato,  Jovane, Lantaro, Lauritano, Longo, Naclerio, Pironti, Positano, Rocco, Scatola, Vespolo,  Villani, ecc.

 

Sebbene l’autore non corredi l’elenco con citazioni di fonti (credo solo per brevità),  è da ritenere che quei cognomi gli risultassero tutti da antichi documenti accanitamente ricercati –come era suo solito-  negli archivi locali, di Salerno e di Napoli. E, in effetti, alcuni documenti antichi con indicati dei personaggi agerolesi, li  si trovano citati o addirittura trascritti nelle Memorie; in buona parte in capitoli diversi da quello specificamente dedicato ad Agerola. Di essi cercherò di fornire una sintesi in qualche altra occasione.

 

Qui voglio, invece, presentare ciò che emerge da una mia paziente lettura delle antiche “carte” contenute nell’opera in cinque volumi “Il Codice Perris. Cartulario amalfitano; Sec. X-XV”, stampata nel 1987-89 dal Centro di Cultura e Storia Amalfitana (collana Fonti, 1/I-V). Le encomiabili curatrici, Jole Mazzoleni e Renata Orefice, propongono in quell’opera la trascrizione integrale del carthularius dell’antichisimo  monatero femminile di S. Lorenzo, ad Amalfi, del quale esistono trascrizioni fatte nel XV e XVI  secolo. Il nome dell’opera deriva dal fatto che  essa attinge alla copia comprata nel tardo settecento dall’avvocato Domenico Perri di Angri; copia che gli eredi donarono all’Archivio di tato di Napoli nel 1958.

 

Dal Codice Perris si possono trarre (come sto facendo) indicazioni su molti aspetti della vita medievale ad Agerola, ma qui mi limito a fornire solo l’elenco dei personaggi che vi possedevano beni immobili (castagneti, selve, terre coltivate, case, mulini, etc.) marcando in sottolineato quelli che vengono esplicitamente detti “de Ageroli” o che possono ritenersi residenti in base ad altre considerazioni. Le date che precedono i nomi sono quelle degli atti notarili del Codice Perris nei quali detti nomi compaiono.

 

 

de Alagno (1323:  dom Franzono milite f dom Bernutii;  1328 Petrus milite f dom Bernutii)

 

de Alfano (1317: Andrea)

 

Amalfitano (1238 : Binus f Ursone;  1337 : presbitero Nicolas; 1282: Bonavia f Petrus,  Anna f. Angelo,  Dato f  Petri; 1333: magister Dadeus; 1340: Franciscus de Agerola notarius per totum  Regnum)

 

Augustarizzo (1205 :   Johannes)  

 

Bocca (1205 : Johannis Bocca)

 

Bonasera (1324 : Iohannis)

 

Brancatulo / Bracazuli / Brancati (1054: Sergius f. Urso;1251: Johannes f Johannes e Binitu f Sergius; 1256: Iohannes presbitero; 1319: Benuti)

 

de Butaplo / Bitalbulo  (poi Avitabile) (1190: Leo f Sergius; 1092: Sergius f Constantino).

 

de Caczacanosa (1238  e 1239: Johannes notaio pubblico di Agerola;  1328: Iacobus; 1330: Aquina f  Iohannis e ff Pascalis e Iacobus))

 

Calamati (1340: Angelo)

 

Cancella (1340: Bonagno; 1333: Angelo; 1340: Andrea giudice di Agerola)

 

Canella (1205 : Bassallo f  Sergius; 1321: Guadaneo pubblico notaio ad Agerola)

 

Cannabaczuoli (poi Cannavacciuolo)  (1246: famiglia )

 

Capuano (1309: Petrus f dom Sergius f dom Johannes;  1252: Iacobo)

 

Carifano / Califano (1340: Petrus, Mactheus e Philippus)

 

de Casarambala (1205: Iohannes)

 

de Casenova / Casanova (1196: Petrus  presbitero; 1282: Binture f Nicolaus giudice;  1251: Iohannes; 1292: Marcus notaio, Tuscani e Marcus senior; 1288: Leone;  1330: Ventura vedova di  Angelo e il f Iohannes; 1332: Iohannes; 1340: Tommaso)

 

Castellomata (1186 : Urso f don Johannis f dom Petris)

 

Caucella (1246 sneza nome; 1340: Bonagni 

 

Cavallerius / Cavalierus / Cavaliere (1328: Franciscus; 1347 senza nome; 1465: Iohannes;1491: Iohannes)

 

Cazzano (1205:  Clementia f dom Johannes f dom Mansone f dom Leone f dom Mansone)   

 

de Cisiline (1205: Johannes)

 

Coctus / Coctia (poi Coccia)  (1055: senza nome; 1340: Iohannes)

 

Collegatto (1186: Mauro; 1238: Maurone)

 

de Comite Urso / Comiteurso (1079: Costantino f. Leone di Sergio; 1246: Oddone f dom Petri f dom Bernaldi f dom Constantini iudicis; 1324: abbate Bartholomeus)

 

Como (poi Cuomo) (1340: Laurentio, Thomasius)

 

de Constantino / Costantino (1104: Constantino presbitero . f. Leone;  1205: Johannes)

 

Coppula (poi Coppola) (1127 : Johannes e Palumbo)

 

Crisconio (poi Criscuolo) (1282: Iacobo giudice di Agerola;  1292: Petrus; 1328: Bartholomeo)

 

Czanzatuli (1340: Marino)

 

Dactoru (1061: Leo e  Johannes )

 

de Campulo (1186 :Sergius f Constantino; 1340: Petrus  e Pardillus; 1321: Marino f Bartholomeo e figli Sergiius, Sturionis (Anisius), Marchus e Iontus; 1491: Riccardo)

 

de Capuloni (1190 : Sergius)

 

de Domine Anna (1061: Leone )

 

de Domine Urso (1061: Leone)

 

de Donato (1251: Iohannes)

 

Fabari (1321: Andrea; 1377: Petrillo f Loysio )

 

Facci Labata (1238: Petrus )

 

Falconaro (1079: Johannes; 1100:  figli di detto Johannes e loro zio Manso)

 

Farao /Farati  (1317: Conforto f Philippo; 1340: Sergio)

 

de Fusco (1258: Sergio; 1326: Iuliano)

 

Gallo  (1192 : Johannes f Petrus, Stephano e Leone;  1239: Martine e Merenda; 1324: Iacobo; 1330: Matheus; 1332: Matheus giudice di Agerola)

 

Gitussa (1321: Sergio)

 

Guadanio (poi Guadagno) (1252: Sergio)

 

Imperati (1491: Florillo)

 

Imperatore (1239: Nicolaus)

 

Iobene / Iovene (poi Iovieno) (1171: Boccia e Sergio; 1186: Sergio; 1238: Petrus e Leone; 1238: Johannis, Petris e Leone; 1239: Gregorio; 1321: 1325-1330: Nicolaus pubblico notaio di Agerola; Olivero; 1330: Nicolaus; 1332: Coronato e ff Ventura e Bonagurus; 1340: Andrea)

 

de Iudice (poi del Giudice) (1186: Johannes f dom Sergio f dom Leone; 1238: Sergio iudicis; 1251: Philippo f  dom Marino; 1269: Philippo; 1309: Costantia f dom Johannes f dom Petrus f dom Philippo e Petrus;1317: Petrus;   1319: Petrus e Iacobo; 1321: Petrus f dom Philippo e  Andrea Bacca; 1326: Petrus; 1328: Petrus; 1328: Iohannes f dom Petrus; 1332: sire Iohannes; 1333: Iacobo; 1337: Alexandra f dom Marino, Iohannes,  Pandillo, Sergio e Marino);1340:  Iohannes, abbas Nicolaus e Philippus ff dom Petri; 1347: Iohannes;)

 

de La Pastina (1239: Johannes)

 

Lagno (1309: Matheus)

 

de la Lama (1252: Costantinus)

 

Lauritano (1125: Sergio e moglie Theodora f. Marino;1323: Franciscus f Johannes)

 

de Laurito (1269: Liocte e Gemma )

 

Lispuli (1182: Sergio e Leo; 1190: Johannes f Johannes Lispuli e Petrus)

 

de Longeo / Longo (poi Luongo) (1332: Florillo f Salvo; 1340: Iacobo e Marco)

 

da Mangano (1246: Anna f dom Sergio f dom Johannes; 1321: sire Franciscus)

 

Mansone (1186: Landomario f dom Mansone (Panefolia);1252: Johannes Abbenante e Jacobus; 1321: Orlandus pubblico notaio di Agerola; 1324: Philippus)

 

de Maria (1079: Petrus f. Marino de Johanne)

 

Marino (1171: Sergio)

 

de Martino (1328: Symon giudice di Agerola; 1340: Simone; 1377: Iohannes)

 

Maurone (1330: Johannes)

 

Maurone comite (1258: Maurone, Bartholomeus e Petrus; 1327 e 1336: Johannes)

 

Mortella (1246: Petrus f Johannes)

 

Nauclerio (poi Naclerio) (1321: Figimana f Sergius)

 

Normanno (1186 : Altruda f. dom. Gugoliemo f dom Osmundo)

 

Nufusco (1269: Anna)

 

de Optimo (1186: Leo; 1238: Leone)

 

Pacca (1205: Johannes)

 

Pagulillo / Pagurillo (1292: Iacobo; 1288:   Carnevalario e  Constantino; 1282: Johannes pubblico notaio di Agerola;1330: Riccardus)

 

Pappalardo (1337: Benenati; 1340: Benenati )

 

de Positano (1491: Filippo)

 

Quatrario (1327:  Andrea e Matheus; 1336:  Francisco)

 

Ractuario (1029: Ursus e Leone)

 

de Ravello (1340: Iohannes e Georgis)

 

de Riccardo (1347: Francisco)

 

de Risi ( poi de Riso) (1327:  Nicolaus)

 

Rocco (poi Ruocco) (1251: Iohannes; 1328: Natale;1340: Iacobo e Iohannes)

de Rosa (981: Sparanus Leonis de Mauro;  1192: Theodonanda f Johannes; 1321: Franciscus, giudice di Agerola;1328: Condeo; 1321: Ursus; 1328: Ursus;  1340: Orlando arcipresbitero di Agerola; 1347: Busi)

 

Russo (1330: eredi di  Petrus. iudex di Agerola)

 

Salamanus (1292: Iohannes)

 

da Sanctis (1182 : Iohannes f Petrus)

 

Sansone (1319: Iacoba vedova Brancati)

 

Sanzatulo (1333: Marinus)

 

Sponzoli (1327: Goffredo)

 

Uguzone (1269: Damiano f dom Guglielmo)

 

Vallicaro (1330: Iohannes  f Pandulfo)

 

Vespuli (poi Vespoli) (1192: Anna f  Sergiu; 1323: Ventura f Natale,  Iacobo, Angelo,  Salerno e Nicolaus; 1325-1330: Angelo giudice di Agerola; 1330: Angelo)

 

Villani (1239: Leo f Leone; 1241: Leo f Ursone; 1340: Sergius presbitero, Nicolaus e Petrus)

 

de Vinetia (1340: Thomasius)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Storia locale. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...