NOMI DI BATTESIMO IERI E OGGI. II Parte

 

NOMI IN USO NEL MEDIOEVO

 

Volendo raffrontare l’onomastica agerolese di oggi (Vedi I Parte)  con quella del passato, ho ricopiato i nomi di persona (200 in totale) che compaiono nei documenti notarili del Codice Perris (Cartulario del Monastero di S. Lorenzo ad Amalfi relativo ai secoli tra X e XV);  documenti che consistono in atti notarili di compravendita ed affitto riguardanti beni immobili siti in Agerola.

 

Ecco la classifica di frequenza che ne emerge (le cifre a fianco ai nomi danno le percentuali) :

 

GIOVANNI  14

SERGIO 10

PIETRO  9

GIACOMO (Iacobo) 5,5

LEONE / LEO 4,5

ANGELO, NICOLA e URSO/URSONE 4

FRANCESCO 3,5

CONSTANTINO, MATTEO, MAURO/MAURONE, FILIPPO e TOMMASO 2,5

BARTOLOMEO, MARCO e MARINO 2

ANDREA 1,5

FLORILLO, GREGORIO, NATALE, SALVO, SIMONE, STEFANO e VENTURA 1

ANISIO, BENENATO, BERNALDO, BERNUZIO, BENITO, BINO, BINUTO, BONAGNO,

BONAGURA, BONAVIA, BUSI, CESARIO, CONDEO, CONFORTO, CORONATO, DADDEO, DATO, GIORGIO, GOFFREDO, GUGLIELMO, LANDOMARIO, LORENZO, LOYSIO, MARTINO, MARTUCIO, MERENDA, ODDONE, OLIVIERO, ORLANDO, OSMUNDO, PALMO, PALUMBO, PANDOLFO, PARDILLO, PASCALE, RICCARDO, ROGERIO, SACONI, SALERNO  e STURIONE 0,5

 

Rispetto a quelli maschili, i personaggi femminili che compaiono negli atti di compravendita e affitto di beni immobili del Codice Perris sono decisamente meno numerosi (18 contro 200). Va comunque precisato che non ho considerato (perchè non agerolesi) le varie badesse che si sono succedute alla guida del Monastero di S. Lorenzo ed i cui nomi compaiono spessissimo negli atti notarili esaminati. Dato il basso numero totale, il campione non si presta a valutazioni statistiche. Comunque solo il nome ANNA compare più di una volta (3) mentre compaiono 1 sola volta ALEXANDRA, ALTRUDA, AQUINA, BOCCIA, CLEMENTIA, FIGIMANA, FIMANA, GEMMA, IACOBA, MARGARITA, MARTUCCIA, PETRONA, SIGANDA, THEODONANDA E VENTURA.

 

Tanto per i maschili che per i femminili, credo che si tratti di una lista da può dare buoni spunti quando si tratta di decidere che nome dare ad un figlio/figlia/nipote in arrivo.

 

Passando a fare un raffronto tra “ieri” e oggi, propongo la seguente tabella, nella quale mostro come sono variate le percentuali di frequenza dei soli nomi che si ritrovano sia nei documenti del Codice Perris, sia nell’elenco telefonico. 

 

TABELLA DI RAFFRONTO

delle percentuali di frequenza dei nomi presenti sia nel campione odierno (elenco telefonico) che in quello medievale (Codice Perris)

OGGI

NEL MEDIOEVO

 

 

Luigi  (3,5) + Luigia (0,15) = 4,65

LOYSIO 0,5

 

Anna (2,4) + Annamaria (0,7) = 3,1

ANNA molto usato (16,5% del campione)

Insieme dei nomi derivanti dall’Arcangelo Michele (Michele, Angelo/a e Michelangelo/a = 3,57

ANGELO 4

 

Francesco (2,8) + Francesca (0,07) = 2,87

FRANCESCO 3,5

 

Giovanni (2,4) + Gianpietro/Gianluca/Etc (0,23) + Giovanna (0,23) =2,86

GIOVANNI 14

 

Angelo (1,6) +Angela (1,1) = 2,7

ANGELO 4

Pasquale (2,4) + Pasqualina (0,07) = 2,47

PASCALE 0,5

Nicola (1,9) + Nicoletta/Nicolina (0,23) = 2,13 

NICOLA 4

Pietro 1,4

PIETRO 9

Gregorio 1,3

GREGORIO 1

Matteo 1,3

MATTEO 2,5

Andrea 1,1

ANDREA 1,5

Tommaso (0,6) + Tommasina (0,07) = 0,67

TOMMASO 2,5

Filippo 0,5

FILIPPO 2,5

Bartolomeo 0,5

BARTOLOMEO 2

Sergio 0,5

SERGIO 10

Natale (0,3) + Natalia (0,07) +  Natalizia (0,07) = 0,44

NATALE 1

Giacomo 0,4

IACOBO 5,5 (+ IACOBA 5,5)

Clemente (0,3) +  Clementina (0,07) = 0,37

CLEMENTIA 7

Margherita 0,3

MARGARITA 7

Bernardo 0,23

Assente; ma c’è un BERNALDO (0,5%) nel campione considerato

Martino (0,15) + Martina (0,07)  = 0,22

MARTINO 0,5

 

Benito 0,15

BENITO 0,5

 

 

Come ben si nota dalla tabella, ci sono stati forti cambiamenti di frequenza. I più forti cali li hanno registrati Giovanni (il più usato nome maschile nel medioevo agerolese, ora sceso sotto il 3%),  Sergio (sceso dal 10 all’ 0,5%), Pietro (sceso dal 9 a 1,4%) e Giacomo (sceso dal 5,5 allo 0,4%), ma tutti i nomi sopravvissuti dal Medioevo sono oggi meno usati che una volta. Gran parte dell’insieme di questi cali percentuali sono stati assorbiti da nomi personali di nuova introduzione e soprattutto da Giuseppe, Maria (e vari nomi connessi alla Madonna), Mario e Antonio.

 

 

NOMI MEDIEVALI SCOMPARSI

 

Dal raffronto operato risulta pure che molti nomi che erano in uso ad Agerola nel Medioevo sono oggi praticamente scomparsi dall’uso locale o, almeno, si sono ridotti talmente di frequenza da aver dato una apparente assenza nel campione considerato. Per quanto riguarda gli uomini, si tratta dei seguenti:

LEONE,  LEO, CO(N)STANTINO, URSO, URSONE, MAURO, MAURONE, MARCO, MARINO, FLORILLO, SALVO, SIMONE,  STEFANO, VENTURA, ANISIO, BENENATO,

BERNALDO, BERNUZIO, BINO, BINUTO, BONAGNO, BONAGURA, BONAVIA, BUSI,

CESARIO, CONDEO, CONFORTO, CORONATO, DADDEO, DATO, GIORGIO, GOFFREDO, GUGLIELMO, LANDOMARIO, LORENZO (?), MARTUCIO, MERENDA, ODDONE, OLIVIERO, ORLANDO, OSMUNDO, PALMO, PALUMBO, PANDOLFO, PARDILLO, RICCARDO (?), ROGERIO, SACONI, SALERNO e STURIONE.

Per quanto attiene le donne, sono caduti in disuso:

ALEXANDRA, ALTRUDA,  AQUINA, BOCCIA, CLEMENTIA, FIGIMANA, FIMANA,  GEMMA, IACOBA e MARTUCCIA.

 

 

 

NOMI COMPARSI DOPO IL XV SECOLO

 

Molti dei nomi personali che sono attualmente in uso ad Agerola, non compaiono affatto nel campione medievale. Tra queste assenze (rilevabili tutte per confronto tra le due liste presentate sopra) ve ne sono alcune che riguardano nomi oggi molto diffusi quali Giuseppe (oggi il più usato), Antonio, Maria e Mario, Salvatore, Carmela e Carmine, Vincenzo, Alfonso, Gaetano, Ferdinando, Rosa, Gennaro, Vittorio, Luca, Paolo, Domenico e Raffaele.

 

Per Salvatore, Maria e Giuseppe (ossia il Cristo ed i suoi genitori terreni) viene da pensare che nei secoli medievali non si ardisse proprio ispirarsi a figure tanto sante nel battezzare un figlio o una figlia.

Il tardivo affermarsi del nome Alfonso può essere invece ricollegato alla nascita dell’omonimo Santo, fondatore dei Redcentoristi, che mose i suoi primi passi nella vicinissima Scala. Per Rosa (da S. Rosa da Lima) può aver giocato un ruolo la fondazione dell’omonimo monastero a Conca dei Marini, avvenuta verso il 1680. Idem, probabilmente, per il diffondersi del nome Domenico dopo l’arrivo dei domenicani a S. Maria a Castra di Vettica Maggiore (oggi convento di S. Domenico) alla fine del ‘600.

Il fatto che vi sia anche Antonio nell’elenco dei nomi propri oggi molto diffusi ed assenti, invece, nel Medioevo, costituice un primo indizio per la identificazione del periodo in cui il culto di quell’abate nubiano si diffuse ad Agerola e finì per fare di S. Antonio il patrono del paese. Che tale periodo non sia poi coì remoto lo fa sospettare anche il fatto che la sede agerolese del Santo non è una chiesa a lui dedicata; nè vi è alcuna chiesa di S. Antonio tra le decine di edifici sacri di cui parlano le fonti medievali su Agerola (vedi articolo “Edifici religiosi antichi ad Agerola”, category “Arte”, su questo blog dal  27/04/08). La sede del patrono è invece una delle cappelle laterali della medievale chiesa parrocchiale di Pianillo, dedicata all’apostolo Pietro. Ritengo pertanto probabile che S. Antonio Abate divenne patrono di Agerola qualche tempo dopo che il nostro concittadino Lisolo Lantaro, ricchissimo mercante trasferitosi nella capitale del Regno, fondasse una cappella in onore di quel santo nella chiesa di S. Agostino alla Zecca di Napoli; il che avvenne nel tardo ‘300. Un documento che forse segnala l’affezione degli agerolesi per S. Antonio Abate è del 1473 ed è quello in cui i Lantaro rinunciano al patronato su detta cappella in . Agostino a favore dell’Univerità (ossia Comune) di Agerola (vedi M. Camera, Memorie storico diplomatiche dell’antica città e Stato di Amalfi, vol II, p.621 e 631).

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...