Posizione e origine del toponimo medievale Scataquilianum.

Tra i toponimi agerolesi attestati nel Medioevo e oggi non più in uso vi è quello Scataquilianum, che troviamo citato in una charta offertionis  del 1204 il cui testo è riportato alle pagine 110 – 113 del volume 1 de  Le Pergamene degli Archivi Vescovili di Amalfi e Ravello (a cura di J. Mazzoleni; Napoli 1972).  Con quell’atto notarile il giudice Sergio de Sergio Comite donava alla chiesa dei Santi  Filippo e Giacomo di Amalfi la sua proprietà terriera “in Ageroli positum at Scataquilianum, loco nominato a lu Faytu.  

Circa l’ubicazione della zona allora denominata Scataquilianum (scataquilano), intravedo i seguenti tre motivi per porla nel casale di Campora:

1 –In quel casale esiste ancora una località Faito (equivalente odierno di Faytu che sta per ‘zona con faggi’) e si trova nella parte bassa di Campora, a valle di Casa Amatruda e a breve distanza da Portolana [1].

2 –Nel sopracitato atto del 1204, descrivendo i confini della proprietà che il de Sergio Comite aveva a Scataquiliano si dice che de supra (ossia verso  monte) il confine era dato da una via interpoderale, mentre de subtus (a valle)  la proprietà confinava col fiume  (che ad Agerola non può essere che il Penise). Nel citare poi i confini laterali si parla di settentrione e meridione; facendo con ciò capire che il versante sul quale giaceva la proprietà era orientato grossomodo N- S. Questo dato,  insieme alla presenza del Penise al piede del versante, fanno propendere per una ubicazione in territorio di Campora.

3 –Il terzo motivo  d a me considerato si lega all’etimo di Scataquilianum. A tale proposito osserviamo innanzitutto la terminazione in –anum. Questo noto suffisso aggettivale, che diventa –ano col passaggio al volgare, caratterizza soprattutto  i toponimi cosiddetti prediali, scaturiti dal nomen del proprietario dell’area in epoca romana o tardo antica (ad esempio: ove era il fondo di tale Bassius nacque il toponimo Bassiano; ove era quello di un Caius nacque Caian, ecc.).

Ma lo stesso suffisso –anum venne usato per dare nome a un luogo aggettivando un sostantivo che citava qualche presenza o caratteristica tipica del luogo stesso. Così, ad esempio, dal vento favonio che vi spira fu denominata  l’sola di Favignana e, mentre la presenza di folti selve fece nascere il nome Montesilvano.

E’ a questo secondo tipo di toponimi in –anum che, a mio avviso, va ascritto il nostro Scataquilianum. La sua radice pare contenere, in forma contratta e un po’ corrotta, una voce del verbo scatere (‘sgorgare’) e il sostantivo aquilie, assimilabile ad aquola, diminutivo di aqua, che sta per ‘filo d’acqua’  [2] .

Da aquola deriva anche il nome della nostra sorgente Acquolella (tra Agerola e Pogerola) mentre la variante aquile sta all’otigine anche del toponimo Acquile sui monti poco ad est di Acerno, nonché del nome antico della città de L’Aquila, che originariamente fu detta Acquilis  per a presenza di sorgenti, non di aquile.

Dunque, l’enigmatico toponimo Scataquilianum  pare significare ‘(Zona) delle piccole sorgenti’. Ciò rafforza quanto già detto ai punti 1 e 2 riguardo alla collocazione del toponimo nel casale Campora e, più esattamente, nella zona che abbraccia le piccole sorgenti di Via Casa Positano, Macerinelle; Faccella e Fontanella.  Le due sorgentelle di Faccella versano nell’incisione che scende verso la sopracitata località Fato. Come spiego nel libro Terra Agerula [3], il toponimo Faccella è anch’esso un idronimo, poiché è da interpretarsi  come corruzione di Faucella,diminutivo tardo del latino fauces, ‘bocca’ nel senso di orifizio da cui scaturisce acqua.

NOTE

1 –Credo che i faggi che ispirarono il toponimo in questione si trovavano al fondo della gola fluviale, poco soleggiata e perciò caratterizzata da un microclima fresco adatto a quella specie arborea.

2 – Castiglioni e Mariotti (1994).  Il vocabolario della lingua latina, p. 83. .

3 – A. Cinque, La toponomastica in uso nel medioevo. In: Terra Agerula, di G. Gargano. Edizioni CCSA, Amalfi 2016, pp.  53 – 67.

Informazioni su aldocinque

aldocinque@hotmail.it
Questa voce è stata pubblicata in Toponomastica e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...